Il Torrione

Il Torrione

dal 10-03-2017 al 05-05-2017
Il 10-24 Marzo, 07-21 Aprile e il 05 Maggio
Il 10 marzo è la prima data dei 5 appuntamenti che compongono il calendario della XVII edizione della Rassegna teatrale "Il Torrione" che si terrà a Citerna presso il Teatro Bontempelli da marzo fino a maggio con premiazione finale sabato 10 giugno. Come in passato anche nel 2017, la rassegna ha visto partecipi e stretti da un ulteriore sinergia tre organizzatori: l'Amministrazione Comunale, la Uilt Unione Italiana Libero Teatro Umbria e la Proloco di Citerna.

Dopo la procedura di selezione, curata da Domenico Santini che ha assunto la direzione artistica della manifestazione, si è provveduto al mantenimento della linea della rassegna, che è la stessa che la caratterizza e la contraddistingue da anni a livello nazionale da tutte le altre manifestazioni teatrali

Le rappresentazioni che saranno in competizione per il titolo finale, divertenti, ironiche e rivolte a tutti i tipi di pubblico vi allieteranno le serate permettendovi di passare dei momenti divertenti in una cornice unica come quella di Citerna e del suo teatro.

Da quest'anno per cercare di fare sempre meglio per il suo pubblico "Il Torrione" ha avviato una nuova collaborazione con Danilo Panicucci, ideatore e gestore della rassegna "Che spettacolo allo smeraldo", oltre a collaborazioni con le altre realtà teatrali del comune, come Associazione Ercolana a Citernello, e il team dietro "Che spettacolo allo Smeraldo".

L'edizione 2017 è del tutto nuova, poiché crea un tutt'uno relazionale di arte e passione per il teatro nel comune; infatti il teatro si scopre da Citerna fino alle sue frazioni un elemento di unione e di forte distinzione su tutta l' Alta Valle del Tevere, pur mantenendo ognuno le sue caratteristiche. Tenere saldamente unite le diverse espressioni artistiche di teatro è un atteggiamento già di suo testimone di una riuscita capacità di collaborazione e volontà di fare rete, oggi più che mai indispensabili per dare continuità e respiro a manifestazioni che tipicizzano il territorio.

Dunque, si uniscono ai 5 spettacoli a concorso nazionale, altri 6 spettacoli "fuori concorso" sotto l'egida della rassegna "Che Spettacolo Allo Smeraldo".

L'ingresso per singolo spettacolo è di 8 € con la possibilità di riduzione facendo l'abbonamento sin da ora e contattando la proloco locale sia tramite website www.prociterna.it oppure alla mail proloco@prociterna.it, oppure contattando i numeri telefonici comunali 075/8592237 075/8592119 chiedendo dell'ufficio cultura.

CALENDARIO DELLA MANIFESTAZIONE
Venerdì 10 marzo 2017
Ass. LA BOTTEGA DEL REBARDO' – Roma
"BEN HUR" di Gianni Clementi

E' una storia moderna, una storia di ordinaria periferia, ambientata a Roma, città cosmopolita che accoglie e respinge, città incattivita ed allo stesso tempo capace di grande generosità. L'autore affronta il tema dell'immigrazione e del razzismo in modo brillante, alternando momenti di dirompente comicità ad altri di profonda riflessione. Sergio è uno stuntaman infortunatosi durante le riprese di "Salvate il soldato Ryan" e si guadagna la giornata facendo il centurione al Colosseo; convive con la sorella Maria, abbruttita e rassegnata, che impegna le sue giornate lavorando in una chat erotica. Entrambi separati vivono un'esistenza triste e grigia che cambierà con l'arrivo di Milan, bielorusso clandestino in cerca di fortuna.

Saranno due mondi che si incontrano e che possono vivere di solidarietà, ma anche di paura per ciò che non si conosce, facendo prevalere l'istinto di sopravvivenza a scapito del più debole.

Venerdì 24 marzo 2017
COMPAGNIA DELL'ACCADEMIA – Buonconvento (SI)

"DONNACCE" di Barbara Civitelli

E' uno spettacolo dedicato al meraviglioso e contradditorio universo femminile, in cui gli stereotipi più vieti e consunti sul gentil sesso vengono ribaltati e riletti in chiave comica. "Donnacce" non solo le donne di facili costumi ma tutte le donne che, in qualche modo, escono dagli schemi, non si omologano, cantano fuori dal coro.

Lo spettacolo è diviso in sette sckecht introdotti da altrettanti brevi filmati in cui le professoresse Rita Levi Montalcini e Margherita Hack, direttamente dall'altro mondo, si collegano con la Terra per parlare dell'Universo femminile visto dall'alto.

Venerdì 7 aprile 2017
Compagnia DIVIETO D'AFFISSIONE – Roma

"RICETTE D'AMORE" di Cinzia Berni

La lingua italiana comprende oltre 250mila parole, e tra esse "Amore" è tra le più usate nel linguaggio comune. Se ne parla di continuo, sull'amore si scrivono poesie, libri, messaggi... Eppure è difficile trovare una definizione che metta tutti d'accordo, forse perché ogni persona è unica e possiede un proprio concetto dell'amore.
Il nostro modo di vivere le relazioni riflette chi siamo, i valori in cui crediamo, i nostri desideri.
Per questo una delle domande che ci poniamo più frequentemente è: che cos'è l'amore?
Perché, di fronte all'amore, siamo tutti vulnerabili e allora abbiamo bisogno di dare una definizione, una forma precisa a un sentimento per il quale, a volte, perdiamo addirittura il controllo. In ogni caso, nonostante tutte le nostre paure, continuiamo a innamorarci, a volte anche contro la nostra volontà... che sia semplice o complicato, sognato e agognato, scritto, cantato o recitato, l'amore è davvero qualcosa di inafferrabile.
Quindi, quando lo trovate tenetevelo stretto... seguite le nostre ricette d'amore, perché:
«L'amore comunque vada...ti cambia la vita». (Franco Tuba)

Venerdì 21 aprile 2017
Compagnia GLI IGNOTI – Napoli

"BENE MIO E CORE MIO" di Eduardo De Filippo

E' una commedia corale ricca di sfumature e contenuti. Eduardo rappresenta, tra le tante cose, la famiglia del Sud Italia come grande risorsa e pesante fardello. La famiglia come luogo che protegge, sostiene, cura, ma che rischia pure di soffocare, bloccare, ammalare, se custodisce e preserva troppo. Sarà, però, l'istanza superiore dell'amore a determinare il cambiamento, l'improvviso sconvolgimenti di atavici equilibri. Peccato che quell'amore sia frutto di un freddo calcolo studiato ad arte....perchè si sa l'amore, quando arriva, fa tornare adolescenti a tutte le età, rende ciechi, un po' stupidi, facilmente vittima di illusioni e forse per questo molto felici.

Venerdì 5 maggio 2017

ASS. CULT. COMP. DI PROSA E MUSICA TEATRO MIO – Vico Equense (Na)

"CHI NON MUORE SI RIVEDE" di Bruno Alvino

Una commedia, apparentemente brillante, che nasconde nella sua struttura drammaturgica uno dei più spinosi argomenti sull'umanità: la verità! Ma quella intima, la più segreta, che scaturisce da un bisogno morale e non da costrizione alcuna. I personaggi quindi vivono e interagiscono continuamente ai confini tra grottesco e drammatico, tra realtà e apparenza. Il meccanismo comico, non è mai fine a se stesso, ma generato solo dai caratteri dei personaggi che si incontrano e si scontrano su un tema e all'interno di una vicenda per niente umoristica. La capacità attoriale e la scena, insieme ad una regia semplice ma attenta rende lo spettacolo semplice, piacevole e comprensibile, mai banale e sempre interessante.

 



Fonte: www.prociterna.it
Wineuropa, 09/03/2017 15:44:14
Interesse: 44